Close

La Repubblica dei Beni Culturali

Valorizziamo il nostro territorio

easy learning: articolo 9 della costituzione

Ovvero, guida pratica su come riassumere diritti e doveri per la tutela dei beni artistici e paesaggistici in una pagina.

Ogni aspirante storico dell’arte che voglia definirsi tale, deve affrontare almeno una volta nel suo percorso di studi lo scoglio di legislazione per i beni culturali. Qui troverete un comodo riassunto dei punti salienti, da integrare con i vostri appunti… Good luck!

Le caratteristiche della Costituzione: i punti principali

Cos’è e quando nasce la Costituzione?

La Costituzione rappresenta il vertice nella gerarchia delle fonti: approvata e promulgata nel 1947, entra in vigore il 1° gennaio 1948;  presenta caratteristiche innovative che la definiscono e che andiamo qui a riassumere:

  • Scritta: ossia non accetta abitudini e tradizioni orali, poiché è riportata su un documento formale ;
  • Rigida: si modifica solo in circostanze straordinarie, da specifiche persone;
  • Lunga: detta le norme dell’organizzazione statale e sancisce anche i principi fondamentali insieme ai diritti e i doveri dei cittadini;
  • Votata: perché elaborata e approvata dall’Assemblea Costituente, in rappresentanza del popolo stesso che l’aveva eletta;
  • Programmatica: contiene anche gli obiettivi che lo Stato deve raggiungere nel tempo;
  • Compromissoria: nasce dalla collaborazione tra le diverse forze politiche uscenti dopo la Seconda Guerra Mondiale;
  • Laica: perché tutela la libertà di religione all’interno dello Stato italiano;
  • Democratica: in quanto afferma il principio della sovranità popolare e la completa con il suffragio universale.

La Costituzione si compone di 139 articoli che sono suddivisi in quattro sezioni:

  • Principi fondamentali (art. 1 – 12);
  • Diritti e doveri dei cittadini (13 – 54);
  • Ordinamento della Repubblica (55 – 139);
  • Disposizioni transitorie e finali (I – XVIII);

L’articolo 9 della Costituzione

Analizziamo ora l’articolo 9

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

1° comma:
La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
Significa che la Repubblica sostiene e promuove le attività culturali, scientifiche e tecniche, aperta a tutte le forme di espressione. Inoltre, si rende garante della ricerca e la libertà della scienza, allontanando da sé l’esempio fascista.

2° comma:
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.
Ossia i beni paesaggistici, derivati dall’unione tra le attività umane e le caratteristiche naturali.
Tutti hanno diritto a vivere in una casa degna di tale nome, collocata in un ambiente sano e devono adoperarsi per mantenerlo tale. Pertanto, i beni paesaggistici insieme al patrimonio storico artistico formano il patrimonio culturale della Nazione.
Sono il regalo che il passato lascia al futuro attraverso il presente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close